Pagine

Visualizzazioni totali

martedì 29 maggio 2012

Terremoto in Emilia: reti Wi-Fi aperte per favorire le comunicazioni


Il terremoto che è tornato a flagellare l’Emilia nelle ultime ore, oltre ad aver causato nuove vittime e  devastazioni, ha mandato in tilt le comunicazione all’interno dell’area colpita, a causa dei danni alle infrastrutture e del successivo sovraccarico nelle reti, bloccate dalle numerose telefonate effettuate non solo per richiedere soccorso, ma anche per avere informazioni sulla situazione di amici e parenti. La reazione del popolo dei social network non si è fatta attendere e su Twitter è stata lanciata la proposta di aprire l’accesso alle reti private, permettendo così a chi necessita di comunicare con i propri cari e ricevere informazioni ed aggiornamenti sulla situazione, di connettersi ad internet tramite device mobili, liberando così gran parte della banda occupata dal traffico dati sulle reti cellulari. L’appello è stato immediatamente rilanciato anche sugli altri social, e numerose sono state le celebrità, da Saviano a Di Pietro, che hanno utilizzato i loro profili su Facebook e Twitter per diffondere la richiesta di aprire al pubblico la propria connessione ad Internet. Anche la pubblica amministrazione sta raccogliendo l’appello: il Comune di Bologna ha già provveduto a rendere disponibile a tutti l’accesso al proprio sistema internet wifi, “Iperbole”, al quale da ora chiunque si potrà collegare senza password: “Una decisione presa – spiega l’amministrazione in una nota - per migliorare le comunicazioni che, a causa del forte sisma che ha colpito questa mattina l’Emilia, risultano essere difficoltose”.  E per tutto il 29 maggio anch la rete wifi VeniceConnected, del Comune di Venezia, sarà aperta senza alcuna limitazione e senza alcuna verifica di accesso, per fare in modo che tutto possano avere informazioni sul sisma che ha colpito l’Emilia. E’ quanto ha stabilito il direttore generale di Ca’ Farsetti, Marco Agostini. “E’ doveroso – ha commentato il dg – che il Comune, in questo momento particolare, metta a disposizione la sua infrastruttura tecnologica per dare a tutti la possibilità di accesso a Internet. Un modo per far sì che i cittadini e gli ospiti della città siano in grado di tenersi costantemente informati e seguire l’evolversi della situazione“.

Intanto anche Vodafone ha reso disponibili le indicazioni su come rendere accessibile la propria rete WiFi domestica permettendo a tutti di connettersi via internet.