Pagine

Visualizzazioni totali

mercoledì 22 dicembre 2010

Pisanu, abrogazione e liberazione del wi-fi


Presentato al Senato il disegno di legge n. 2494 per l'abrogazione del contestato articolo 7 del Decreto Pisanu. Incertezza sui tempi dell'iter che dovrebbe portare alla liberalizzazione degli accessi. Ma si pensa a nuove regole
"L'articolo 7 del decreto-legge 27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005; n. 155, e successive modificazioni, è abrogato". Recita così il primo comma dell'articolo 3 del disegno di legge n. 2494, presentato al Senato della Repubblica in data 13 dicembre 2010. Un articolo intitolato accesso ad Internet attraverso tecnologia senza fili, che ha come scopo primario l'abrogazione del contestato articolo 7 del cosiddetto Decreto Pisanu. Ovvero della legge che obbliga gli utenti del Belpaese ad identificarsi con un documento per poter navigare da un Internet point o una caffetteria. Il nuovo disegno di legge - controfirmato in primis dal ministro degli Interni Roberto Maroni - ha incluso "appesantimenti burocratici dovuti a fotocopiature e archiviazioni dei documenti degli utenti" tra quei fattori "fortemente penalizzanti per lo sviluppo delle nuove tecnologie e degli strumenti del web".
Per poi riportare quanto più volte evidenziato: "in nessun paese occidentale è prevista una normativa tanto rigorosa sull'accesso alle reti Internet, e soprattutto al WiFi". C'è chi ha però sottolineato come il disegno di legge n. 2494 possa difficilmente completare il suo iter prima della fine dell'anno. Il timore a questo punto è che eccessive lungaggini procedurali possano gettare la futura liberalizzazione del WiFi in una sorta di limbo. Vari disegni di legge verranno presentati in Camera e Senato nella "prospettiva di pervenire ad un giusto equilibrio tra la libertà di comunicazione, lo sviluppo della new economy e idonei standard di sicurezza".

Fonte: Punto Informatico - Autore: Mauro Vecchio