Pagine

Visualizzazioni totali

mercoledì 22 settembre 2010

Telefonini in aula? Sì ma con cautela


Il Garante per la privacy demanda a ogni singola scuola il diritto di permettere o meno l'uso del telefonino a scuola.

Il Garante per la privacy interviene con una normativa ad hoc sull'uso di videofonini e telefonini nelle aule scolastiche e sui temi del rispetto in generale della privacy nel mondo della scuola.
Per il Garante, gli studenti possono portare con sè e utilizzare il telefonino con fotocamera e videocamera incorporate, ma possono effettuare registrazioni solo per fini personali (per esempio riascoltare una lezione a casa) e con il divieto di metterle sul web. Ogni singola scuola può decidere per il divieto assoluto di detenzione e di utilizzo dei telefonini, oppure di restringerne l'uso (per esempio suoneria spenta, telefonino acceso solo durante la ricreazione). In questo caso sarà la scuola a emanare, attraverso i suoi organi collegiali, apposite norme a integrazione dei regolamenti sotto forma di regole tassative o semplici raccomandazioni da inserire nel progetto educativo. Rimangono in vigore i divieti già in essere da anni sull'uso dei telefonini durante le prove di esame. I genitori potranno filmare e fotografare i propri figli e i loro compagni all'interno della scuola, per esempio in occasione di feste e altre attività extra scolastiche, ma la circolazione delle immagini dovrà limitarsi a un ambiente familiare e amicale e non dovranno mai essere immesse sul web. Il Garante ha deciso anche che le scuole potranno fornire ad aziende e datori di lavoro le votazioni conseguite dagli studenti solo con il consenso degli stessi.