Pagine

Visualizzazioni totali

lunedì 31 agosto 2009

Facebook non cancella i dati personali, ma promette che lo farà. Fra 12 mesi


Un'indagine della commissione per la privacy del governo canadese, la prima al mondo nel suo genere, ha confermato un sospetto che circolava da tempo: Facebook non cancella i dati personali degli utenti che disattivano i propri account. La legge canadese, come quella di molti altri stati, impone invece alle aziende di conservare i dati personali degli utenti soltanto per il tempo strettamente necessario. Facebook, riferisce la BBC, si è ora impegnata a cambiare il proprio comportamento. Renderà più chiaro agli utenti che possono scegliere fra cancellare e disattivare il proprio account: attualmente l'unica scelta disponibile nelle impostazioni online è la disattivazione (in Impostazioni > Disattiva account), mentre per la cancellazione occorre trovare e usare una pagina separata, che si raggiunge partendo dalle FAQ della Guida e cliccando sulla voce "Voglio cancellare definitivamente il mio account". Facebook indicherà inoltre più chiaramente che la disattivazione non cancella i dati personali dagli archivi della società, perché in questo modo l'utente può cambiare idea e tornare sui propri passi senza perdere tutto quello che aveva immesso in Facebook. La società ha inoltre promesso che darà ai suoi 200 milioni di utenti la possibilità di controllare meglio quali dati personali rendono accessibili ai creatori delle applicazioni di Facebook, come i giochi e i quiz. Le applicazioni dovranno dichiarare quali informazioni vogliono acquisire e dovranno ottenere il consenso degli utenti prima di usarle o condividerle. Finora, dice la commissione canadese per la privacy, gli sviluppatori delle applicazioni hanno avuto accesso praticamente illimitato alle informazioni personali degli utenti. Facebook, tuttavia, ha detto che ci vorranno circa dodici mesi per mettere in funzione queste modifiche, per cui continua ad essere opportuno riflettere su quello che si scrive e si pubblica su Facebook come negli altri siti di social networking.
Suggerisco la Regola della Nonna: mai pubblicare su Internet qualunque cosa che non vorreste fosse vista o letta da vostra nonna. Ad alta voce e sulla pubblica piazza.
Riflessione: come spunto da questo post, vorrei consigliare a tutti gli utenti di Facebook di utilizzare al minimo le applicazioni presenti su FB (test vari, giochi etc) quantomeno fino a quando non sarà chiarito dai gestori del social network quali siano i dati personali che gli sviluppatori delle stesse possono utilizzare o meno.