Pagine

Visualizzazioni totali

mercoledì 20 maggio 2009

La Settimana della Sicurezza in rete: BUONGIORNO e la sicurezza in rete

Buongiorno con la sua offerta di oltre 1,5 milioni di servizi diversi e 200 milioni di cellulari serviti nel mondo, è pienamente consapevole che Internet e i cellulari rappresentino un nuovo modo di comunicare con gli altri e che i più giovani utilizzino questi strumenti sempre più in maniera intercambiabile per rispondere con immediatezza alle diverse esigenze, così come per vivere un'esperienza di intrattenimento più appagante e coinvolgente: navigare, ascoltare musica, fare foto, girare video... ma anche giocare, e guardare la TV da web su PC o mobile, sono tutte azioni ormai comuni, rese sempre più semplici e divertenti dallo sviluppo tecnologico. Buongiorno ritiene che, queste enormi potenzialità rese disponibili dalla tecnologia, comportino - come qualsiasi innovazione - anche dei potenziali rischi, soprattutto se gli utilizzatori sono ragazzi o addirittura bambini, i quali senza un'opportuna guida - come quella di genitori o insegnanti - potrebbero venire in contatto con contenuti non adeguati alla loro età, comunicare informazioni sensibili quali i propri dati personali, divenire vittima di malintenzionati o anche dei propri coetanei.Non a caso, un fenomeno che emerge con forza anche dai fatti di cronaca è il Cyberbullismo, un termine nato recentemente proprio per indicare atti di bullismo e molestia effettuati tramite mezzi elettronici. Secondo dati recenti, quasi il 70% di chi compie atti di cyberbullismo afferma di fare uso soprattutto del cellulare; inoltre di questi circa il 6% ha confessato di aver inviato immagini, video o foto minacciosi, e più dell'8% di aver diffuso informazioni false su un'altra persona. Forte di un'ampia esperienza sviluppata sul mercato degli Stati Uniti al fianco di NCL, una delle principali associazioni nazionali per la difesa del consumatore, e in Europa con TeachToday - Buongiorno ritiene che per far fronte a questo fenomeno sia sempre più importante educare le diverse fasce dei consumatori e soprattutto i giovani all'uso responsabile della tecnologia; rispondendo ad un bisogno di formazione dei bambini e ragazzi che deve essere assolto non solo dai genitori e dagli insegnanti, ma anche dalle aziende che lavorano nel settore, per prevenire che i propri prodotti e servizi vengano usati in modo scorretto. In qualità di società italiana leader al mondo nei servizi di intrattenimento digitale, Buongiorno ha dato avvio già nel 2008 a campagne di sensibilizzazione sulla tematica del Cyberbullismo, con l'obiettivo di aiutare i ragazzi ad agire responsabilmente ed in sicurezza anche con il cellulare e Internet. Attività che, proseguite anche nel corso di questo anno, hanno portato alla realizzazione di un nuovo prodotto educativo: un manuale multimediale realizzato nelle scuole medie inferiori e superiori di Milano, con la collaborazione di docenti e alunni. Il progetto mette a fuoco all'interno del macro fenomeno del bullismo l'aspetto relativo all'uso/abuso dei nuovi strumenti digitali, non soltanto tecnologie di comunicazione (Internet e telefoni cellulari) ma anche la crescente moda dei Consumer Generated Media, rendendo partecipi i docenti e gli stessi ragazzi al fine di educarli ad un uso più consapevole e responsabile di tali innovazioni tecnologiche, che hanno un impatto sempre più forte nel nostro quotidiano. Il manuale corredato dal DVD, di cui è qui visionabile in anteprima un primo video di presentazione, sarà reso disponibile da Buongiorno nell'anno scolastico 2009.

Monica Montefusco, Global PR & Events Manager