Pagine

Visualizzazioni totali

domenica 27 gennaio 2013

l 78% dei ladri inglesi usa i social network per decidere quali case svaligiare quali case svaligiare

Da mesi ormai si parla del collegamento tra i social network e i furti in appartamenti: ci piace condividere la nostra posizione geografica su Facebook, Twitter o Foursquare e spesso non consideriamo il fatto che qualcuno sta seguendo i nostri spostamenti per scoprire quando non siamo a casa. Ora un sondaggio condotto in Inghilterra da Credit Sesame ha confermato questa relazione. I 50 ex ladri che hanno partecipato a questa analisi hanno rivelato di aver fatto grande uso dei social network per cercare dei potenziali bersagli (circa il 78%). L’80%, poi, cerca l’indirizzo su Google Street View ad analizza l’esterno delle abitazioni, identificando così vie di accesso e di fuga.
Se a questo si aggiungono alcuni errori che in molti spesso commettono (nascondere le chiavi in un vaso, lasciare oggetti di valore in bella vista, far accumulare la posta di fronte alla porta e lasciare una finestra aperta), il colpo è servito su un piatto d’argento. Da questo sondaggio emergono altri particolari interessanti: l’80 percento degli ex ladri ha rivelato che il primo tentativo di furto va quasi sempre a vuoto e che anche un semplice ed economico sistema d’allarme è un ottimo deterrente per loro. Meglio non rischiare, insomma. Ogni colpo può durare in media dai 2 ai 10 minuti e il bottino si aggira in media intorno ai 555 euro. L’infografica realizzata da Credit Sesame ci rivela dieci piccoli accorgimenti per migliorare la nostra sicurezza:
1. Modificare le impostazioni della privacy di Facebook e simili, permettendo soltanto agli amici di vedere i contenuti pubblicati.
2. Accetta richieste di amicizia soltanto da persone che conosci.
3. Evita di annunciare i tuoi spostamenti, sia di breve che di lunga durata.
4. Non condividere foto che rivelano il tuo indirizzo o punti di interesse vicini alla tua abitazione
5. Evita di condividere immagini degli oggetti di valore che hai a casa
6. Fai sempre in modo che la tua casa sembri essere occupata
7. Chiudi sempre a chiave la porta
8. Non lasciare mai le chiavi nascoste sotto allo zerbino o in posti simili
9. Fai un inventario degli oggetti di valore che possiedi con fotografie, descrizioni e data di acquisto: potrà servirti per chiedere un rimborso alla tua compagnia assicurativa
10. Assicurati che la tua assicurazione riesca a coprire il valore totale di ciò che possiedi.
Fonte: Crimeblog.it - Autore: Daniele Particelli