Pagine

Visualizzazioni totali

lunedì 13 febbraio 2012

Facebook, ecco come possono rubarti la tua password di accesso al tuo account


Facebook ha cambiato le nostre vite e abitudini, diventando uno strumento per il lavoro, per lo svago e per ritrovare vecchi amici. Però come ogni sito internet, la sicurezza degli utenti non è mai certa. Infatti non serve essere un hacker professionista per rubare la password di un amico, basta una rapida ricerca sul web ed escono stratagemmi di ogni genere. Ovviamente è illegale appropiarsi della password Facebook di un utente, quindi tutte queste guide sono a titolo informativo e servono più che altro a mettere in guardia gli utenti. Ecco quindi i trucchi più utilizzati per compiere questo cyber furto:

PSICOLOGIA Se la preda è una persona conosciuta, è possibile indovinare la password, magari pensando ad una parola chiave per l'individuo in questione. Questa è la tecnica più semplice, che non richiede conoscenze informatiche, ma solo la perspicacia giusta o un'indagine sulla persona. Ovviamente il risultato non è semplice da ottenere, basta stare attenti con chi si parla e sapere di chi fidarsi.

FAKELOGIN Questa tecnica è una delle più diffuse e che garantisce spesso il risultato. Non bisogna essere degli esperti di computer, inoltre sono molte le guide anonime che aiutano gli utenti nel tentativo. Il Fakelogin è una pagina simile a quella di un sito famoso, che serve soltanto per rubare dati. Basta creare una pagina Fake di Facebook e buttare l'esca. Se la preda casca nel tranello, inserira login e chiave negli spazi, dati che invece di permettergli l'accesso, verranno copiati in un file di testo e messi a disposizione dell'autore del fake. Questa tecnica viene chiamata in gergo pishing (spillaggio) e per non cadere nel tranello basta stare attenti: l'url del sito fake è diverso dall'originale (Es www.fakebook.com).

SOFTWARE Un altro metodo per rubare la password di Facebook richiede l'utilizzo di alcuni software, molti dei quali possono essere scaricati gratis da internet. I più famosi sono Facebook Hacker o Password Stealer e il loro funzionamento è simile: 'dragano' il sito cercando tutti i dati che possono portare alla parola segreta, per poi inviare tutto alla mail del malfattore. La soluzione per non incorrere in questi furti è non cliccare sui link 'tranello' di Facebook e o su strani allegati arrivati per mail.

PASSWORD DIMENTICATA Se si è a conoscenza dell'indirizzo mail della vittima è possibile cambiare la password reimpostandola . Infatti Facebok non dispone di una domanda di sicurezza per quando ci si dimentica la password, ma richiede dei dati per l'invio della nuova. Ovviamente non è così semplice, infatti se il sistema non riconosce i nuovi dati come sicuri non invierà nulla. Ma se si compila nel modo giusto con le credenziali del nuovo account il gioco è fatto. Questa tecnica può anche riuscire, anche se il proprietario del profilo Facebook può accrogersi subito del furto, in quanto al momento di collegarsi, la password sarà stata cambiata.

SITI Esistono anche dei siti internet, per lo più stranieri, che chiedono l'ID della vittima e attraverso questo riescono a risalire alla password. Il loro effettivo funzionamento non è provato, anche perchè alcuni chiedono un pagamento in denaro per il servizio o la registrazione ad altri siti.

Fonte: Leggo.it