Pagine

Visualizzazioni totali

venerdì 25 novembre 2011

Crea falso profilo Facebook e ruba identità collega: stalking a lavoro

Una vera e propria persecuzione, partita sul piano “virtuale”, e con conseguenze anche nella vitareale”. Questa l’incredibile storia avvenuta nel fiorentino e che, dopo circa tre anni, ha portato alla denuncia di una donna per stalking e sostituzione di persona. Nella fattispecie la 32enne protagonista della vicenda a partire dal 2008 aveva attuato una serie di raggiri per screditare una sua collega 36enne. E questo, come detto, a partire dal web, dove la 32enne aveva creato un profilo fasullo su Facebook della collega “rivale”, rubando quindi l’identità di quest’ultima. Attraverso il noto social network la protagonista delle “persecuzioni”, fingendosi la 36enne vittima del raggiro, aveva iniziato a inviare messaggi, mail e insulti agli altri colleghi di lavoro. Le azioni della stalker non si erano però limitate solamente a ciò; quest’ultima sarebbe infatti riuscita a sottrarre un documento alla 36enne contenente la sua firma. Una volta scannerizzata, la 32enne avrebbe quindi proseguito a inviare lettere di minacce e insulti a parenti, amici e colleghi della vittima, “firmandosi” però con il nome della vittima. La stalker avrebbe addirittura inviato mail di minacce alla stessa vittima, danneggiando ripetutamente l’automobile di quest’ultima. Alla base delle persecuzioni, stando a quanto trapelato sul web, ci sarebbe stata una profonda gelosia nutrita dalla 32enne nei confronti della vittima. La 36enne, nel corso del tempo, ha presentato anche diverse denunce contro ignoti. Negli ultimi giorni, però, gli agenti di polizia, seguendo tracce e indizi lasciati dalla stalker, sono riusciti a risalire all’identità della donna protagonista delle persecuzioni. La 32enne è stata pertanto denunciata per stalking e sostituzione di persona.

Fonte:  PianetaTech - Autore: Michele Pacella