Pagine

Visualizzazioni totali

lunedì 14 febbraio 2011

Cubomusica, digitale secondo Telecom


Una nuova piattaforma per la distribuzione online di musica digitale. Tutti gli utenti ADSL del gruppo potranno ascoltare brani in streaming a 2,99 euro al mese. Mentre SIAE strizza l'occhio a Microsoft Zune
"Siamo molto soddisfatti di lanciare Cubomusica. La nuova piattaforma che presentiamo oggi si avvale della partecipazione dei più importanti player del settore musicale italiano ed internazionale, con i quali desideriamo contribuire allo sviluppo di questo mercato attraverso un'offerta legale e concorrenziale di contenuti digitali". Così l'amministratore delegato di Telecom Italia Franco Bernabè, intervenuto a commentare il lancio ufficiale del nuovo servizio online di distribuzione musicale Cubomusica. Una piattaforma a disposizione di tutti gli utenti ADSL del gruppo, inizialmente accessibile da tutti i PC domestici. La telco del Belpaese ha così annunciato un accordo con i principali colossi del disco, da Sony Music Entertainment a Warner Music. E saranno circa 4 i milioni di brani a disposizione degli utenti, da ascoltare in streaming o raccogliere in appositi pacchetti a sottoscrizione. Con la successiva possibilità di trasferirli su altri dispositivi. Cubomusic permetterà la creazione di playlist personali, parallelamente ad un ascolto "dinamico" in base ai propri gusti musicali. La nuova piattaforma di Telecom Italia aprirà una fase di ascolto gratuito fino al prossimo 10 giugno, prima di fissare il prezzo dell'abbonamento - streaming illimitato - a 2,99 euro al mese. I primi nove mesi saranno però in promozione, al prezzo scontato di 1,99 euro al mese. Acquistare un singolo brano su Cubomusic costerà agli utenti 0,96 euro, prezzo decisamente in linea con quello previsto da Apple su iTunes. Tutte le canzoni saranno libere da meccanismi di Digital Rights Management (DRM), quindi trasferibili su altri device. "Questa iniziativa conferma il nostro impegno ad offrire ai clienti soluzioni innovative per la fruizione di contenuti d'intrattenimento di qualità - ha spiegato Bernabè - grazie all'unione strategica tra le potenzialità della multipiattaforma Cubovision e l'esperienza editoriale delle label, secondo un modello di business sostenibile per tutti". Particolarmente soddisfatto anche il presidente di FIMI Enzo Mazza: "Il lancio della piattaforma di Telecom è un passo importante per il consolidamento dell'offerta di musica digitale in Italia, e conferma anche la comunione di interessi tra società di telecomunicazioni e case discografiche per costruire una concreta risposta alla pirateria online. Offrendo ai consumatori accesso facilitato, a basso costo, ad una vastissima proposta di contenuti". Per la musica legale hanno stretto alleanza anche la Società Italiana Autori Editori (SIAE) e Microsoft. È infatti stato firmato un accordo relativo al servizio d'intrattenimento offerto da Zune, che potrà sfruttare il repertorio di SIAE per ampliare la sua gamma di servizi offerti agli utenti. Il vicedirettore di SIAE Manlio Mallia ha così commentato: "La disponibilità di servizi d'intrattenimento come Zune, che offre musica e video in abbonamento attraverso dispositivi e piattaforme diverse come PC, Xbox LIVE e Windows Phone 7, fornisce agli utenti un'opzione legale in più e offre agli associati alla SIAE una nuova vetrina europea".
Fonte: Punto Informatico - Autore: Mauro Vecchio