Pagine

Visualizzazioni totali

venerdì 5 novembre 2010

Usa, multa di 1,5 milioni di dollari per download illegale


Jammie Thomas-Rasset è stata definitivamente riconosciuta colpevole di violazione della proprietà intellettuale e dovrà pagare 62.500 dollari per ognuna delle 24 canzoni scaricate attraverso il servizio di file-sharing Kazaa.
La Recording Industry Association of America (Riaa), l’organismo che rappresenta l’industria discografica americana, si è detta soddisfatta della sentenza, con la quale l'appello presentato dalla donna del Minnesota è stato respinto.Dopo la prima condanna, nel 2007, il processo era stato annullato e poi era ripreso, concludendosi nel luglio dello scorso anno con un'ingiunzione al pagamento di complessivi 1,92 milioni di dollari in diritti d’autore e copyright a sei società discografiche: Capitol Records, Sony BMG Music, Arista Records, Interscope Records, Warner Bros. Records et UMG Recordings. Altre cause analoghe sono state avviate negli Stat Uniti, e in genere si sono concluse con un accordo per cui coloro che avevano scaricato da Internet hanno accettato di pagare un rimborso compreso tra i 3.000 e i 5.000 dollari.
Fonte: La Stampa