Pagine

Visualizzazioni totali

venerdì 8 ottobre 2010

Il p2p legale è in forte crescita


Un nuovo report di MultiMedia Intelligence dice che il traffico P2P vedrà un aumento pari al 400% nel corso dei prossimi 5 anni, la società vede anche un futuro roseo per il traffico p2p legale e afferma che il suo ritmo di crescita sarà 10x superiore al traffico p2p illegale. Parlando di traffico, considerando una crescita mensile di 1.6 petabytes nel 2007, si potrebbe arrrivare ad un aumento di 8 petabytes mensili nel 2012. I dati di Multimedia Intelligence rappresentano il 44% del traffico degli utenti Internet e il 33,6% del traffico in Nord America. Le motivazioni dell’aumento consistente del traffico p2p legale è a parer di Multimedia Intelligence la diretta conseguenza degli elevati costi della banda Internet per i produttori di contenuti, la tecnologia P2P è poco dispendiosa per chi vuole distribuire elementi multimediali di qualsiasi tipo.

“The awareness of P2P networking grew from the illicit ‘sharing’ of music files, much to the chagrin of content holders,” according to Frank Dickson, Chief Research Officer with MultiMedia Intelligence. “Despite the prevailing perceptions of P2P as synonymous with content piracy, P2P is emerging as viable means of distributing legitimate content.”

Il report di Multimedia Intelligence porta “allo scoperto” ulteriori cose interessanti:

  • Il P2P networking è “dominato” dalla musica in termini di numero di files trasferiti. Parlando di banda (bandwidth), la crescita dei video è “splosiva”. La crescita è imputabile a una transizione ai video HD e la loro crescente domanda nei mercati meno sviluppati.
  • All’aumentare del numero di servizi P2P legali, il P2P incontrerà una seconda “generazione – giovinezza”. La prossima generazione di servizi P2P scomprenderà il P4P, P2P caching ma anche soluzioni ibride.
Abbiamo già introdotto con l’articolo “Tribler potrebbe rendere i siti come Pirate Bay o Mininova obsoleti” l’inizio di nuove tecnologie P2P, ulteriore conferma dell’evoluzione a ciò a cui siamo stati abituati finora è anche Vuze ed il suo Network di contenuti. L’evoluzione dei servizi P2P non è una cosa immediata, è un processo che durerà diversi anni ma è realtà. L’aumentare dell’utenza Internet è sinonimo per molti portali ad un ovvio aumento delle revenue pubblicitarie ma anche ad un aumento dei costi di banda, ai quali vi è prima o poi da porre “rimedio”.

Fonte: Italia Software