Pagine

Visualizzazioni totali

giovedì 21 ottobre 2010

Hackerato il sito americano di Kaspersky



E' quasi un paradosso la vicenda che, domenica scorsa, ha visto protagonista il sito di Kaspersky, la nota azienda specializzata nella distribuzione di software antivirus. Il sito americano è stato violato da alcuni hacker che lo hanno utilizzato per distribuire una versione contraffatta e potenzialmente dannosa del pacchetto. Lo ha reso noto la società con un comunicato ufficiale, confermando l’attacco e ammettendo l’impossibilità di risalire ai suoi responsabili, almeno per il momento. La falla, già corretta al fine di ripristinare il normale funzionamento del sito, è stata individuata in un’applicazione di terze parti utilizzata per la gestione del portale. Ai malcapitati utenti, intenzionati a scaricare una versione originale del software Kaspersky, è stata mostrata una finestra pop-up contenente una fittizia scansione del sistema in cerca di malware e un link per il download e l’installazione del falso applicativo. Secondo gli esperti che hanno analizzato l’attacco, il problema si è protratto per un periodo pari a circa tre ore e mezza. Al fine di garantire la piena sicurezza durante la navigazione, una volta scoperto e sistemato il malfunzionamento, il team ha dichiarato di aver analizzato a fondo ogni singola pagina del proprio sito. Questa non è la prima volta che Kaspersky ha dovuto controllare il sito web dopo un incidente. Nel febbraio 2009 un hacker è riuscito a entrare nel sito dell'azienda dopo aver scoperto un difetto di programmazione web. Questo difetto potrebbe aver dato il potenziale accesso ad hacker agli indirizzi emali dei clienti e ai codici di attivazione del prodotto tramite una tecnica di attacco comune, chiamato SQL injection. Nell'attacco di Domenica non sono state compromesse le informazioni di nessuno, ha dichiarato Kaspersky. "Tuttavia, Kaspersky Lab prende seriamente ogni tentativo di compromettere la sua sicurezza. I nostri ricercatori stanno lavorando per individuare le possibili conseguenze degli attacchi per gli utenti coinvolti, e sono a disposizione per fornire aiuto per rimuovere il software falso antivirus", ha detto la società.

Fonte: Future Web