Pagine

Visualizzazioni totali

martedì 22 giugno 2010

Porno e videogiochi: le grandi passioni degli internauti



Un sito su tre del Web porta a contenuti per adulti: dall’inizio dell’anno questo genere di indirizzi è cresciuto del 17%, portando così la presenza al 37% del totale di Internet; questo almeno è quanto afferma la ricerca di Optenet. Ma l’aumento più incredibile è quello dei giochi: 212% nel primo trimestre, mentre i siti legati al terrorismo sono cresciuti dell’8,5% e quelli con materiali violenti del 10,8%. Il legame tra Internet e porno è noto da tempo; questi siti sono però spesso fonte di guai. Uno studio della International Secure Systems Lab, pool formato da tre laboratori di ricerca specializzati in sistemi di sicurezza, ha dimostrato che molti dei siti a luci rosse contenevano adware, spyware e virus in grado di danneggiare i computer degli incauti visitatori.
La ricerca di Optenet ha considerato circa 4 milioni di URL, con un risultato eclatante: un aumento del 17% dei siti con contenuti erotico, hard e illegale (ad esempio, pedopornografico o vendita di farmaci illegali): un dato allarmante, se si pensa che un gran numero di navigatori sono minori che usano il cyberspazio senza la supervisione di un adulto. Fondamentale, quindi, sorvegliare i propri figli evitando che possano incombere in siti dai contenuti non adatti o addirittura pericolosi. Internet non è comunque solo porno: siti legati a giochi di ruolo come “World of Warcraft”, “Grand Theft Auto 4″ e “Final Fantasy” hanno registrato un incremento di contatti pari al 212% rispetto all’anno precedente. Seguono in questa “classifica” lo shopping online (+9%), viaggi e turismo (+5,7%), computer science e sport (+4,2%) e infine svago e divertimento (+3,6%).