Pagine

Visualizzazioni totali

mercoledì 21 aprile 2010

Gli italiani abboccano meglio: aumenta il phishing nel nostro Paese


A febbraio gli attacchi di phising parlano italiano. E' quanto emerge dallo State of Spam & Phising Report di marzo rilasciato da Symantec, che rileva un sostanziale incremento di oltre il 12% del phising in lingua non inglese, rispetto al mese precedente, su un totale pari al 16% di crescita a livello mondiale. L'aumento di phising in lingua italiana è stato registrato come conseguenza ad un massiccio attacco a tre importante banche nazionali. Ma anche lo spam non dà tregua, e non si ferma nemmeno davanti alle catastrofi naturali. Symantec ha, infatti, registrato un sostanziale incremento dello spam, oltre il 19% relativo ai recenti terremoti di Haiti e Cile che fa leva sul forte spirito di solidarietà che predomina davanti a questi tragici accadimenti. Le regole da seguire, ricorda Symantec, per proteggere il proprio computer, son quelle soprattutto legate al buon senso:

- Cancellarsi dalle newsletter che non si vuole ricevere

- Selezionare con molta attenzione i siti web a cui ci si registra, fornendo
il proprio indirizzo email

- Evitare di pubblicare il proprio indirizzo di email su Internet

- Cancellare lo spam che si riceve

- Evitare di cliccare su link sospetti che possono arrivare tramite email o IM

- Verificare regolarmente l'aggiornamento del software antivirus installato

- Non aprire allegati sconosciuti

- Rispondere alle email di spam

- Acquistare prodotti o servizi publicizzati in messaggi di spam