Pagine

Visualizzazioni totali

mercoledì 3 marzo 2010

Internet e Italiani: email, news e tecnologie


IAB Europe e studi correlati evidenziano abitudini simili tra gli utenti: Italiani ed europei sono fruitori assidui di email e news online.
L'Europa viaggia sulla banda larga secondo l'ultima ricerca Iab Europe - l'associazione che riunisce investitori online europei - e condotta in collaborazione con InSites Consulting: solo il 3% delle connessioni europee sono "narrowband", ovvero a banda stretta. Emerge inoltre una certa affinità nel modo in cui gli europei utilizzano il Web e una propensione degli Italiani per email e news online. La "Marketers & Consumers, Digital & Connected" (MCDC) analizza ogni anno comportamento e attitudini online di 32.000 utenti presenti in 16 mercati. All'Italia va il record di scambi di posta elettronica e lettura di news online: il 98% (93% nella media europea) degli utenti scrive e legge email almeno una volta a settimana, mentre è il 92% (79% nella media europea) a ricercare informazioni mediante i canali di news sul web.
A fronte di una notevole diversità a livello di penetrazione Internet nelle varie regioni d'Europa (dall'85% nei Paesi Bassi al 32% della Romania), si nota una certa somiglianza nella quantità di tempo trascorso sul web e nella frequenza di utilizzo: il 71% si connette 6 giorni su 7, il 76% rimane connesso più di un'ora. Picchi di frequenza si registrano nel Nord d'Europa con il 77% degli utenti che accede alla Rete giornalmente, mentre è nell'Est che si trascorre più tempo online: il 33% rimane sul web per più di 3 ore ogni qualvolta si collega. Sono invece i Paesi dell'Ovest e del Nord a primeggiare in quanto ad e-commerce. Per quanto riguarda i social network, il fenomeno coinvolge metà degli europei: il 52% degli intervistati dichiara infatti di aver aggiornato o visualizzato almeno un profilo su una qualsiasi rete sociale nell'ultimo mese.
Infine, è il 93% degli utenti europei a far uso di un motore di ricerca, l'89% ad avere una casella email, il 45% a consultare mappe e percorsi online, il 43% ad usare servizi di chat e Instant Messaging e il 21% a giocare e fare scommesse online.

Fonte: PMI.it - Autore: Noemi Ricci