Pagine

Visualizzazioni totali

lunedì 15 febbraio 2010

Microsoft, caccia alle copie illegali di Windows


L'aggiornamento alle Windows Activation Technologies renderà inutilizzabili gli exploit sfruttati sinora per far sembrare originali le copie pirata di Windows 7.

Prima della fine del mese, Microsoft rilascerà un aggiornamento delle Windows Activation Technologies (l'ultima incarnazione del Windows Genuine Advantage) per scovare le copie pirata di Windows 7. La patch permetterà alla tecnologia di protezione di scoprire "oltre 70 exploit per l'attivazione, conosciuti e potenzialmente pericolosi", usati per far credere a una copia pirata di Windows 7 di essere un sistema operativo genuino. La distribuzione dell'aggiornamento avverrà per gradi e Wat sarà disponibile, a partire dal 17 febbraio, anche dal Microsoft Download Center perché i fedelissimi di Microsoft possano provare la loro cristallina onestà prima ancora che le Windows Activation Technologies appaiano tra gli aggiornamenti proposti. "Voglio sottolineare" - ha infatti spiegato Joe Williams, capo del programma Windows Genuine - "che l'aggiornamento è volontario, il che significa che è possibile scegliere di non installarlo quando lo si vede apparire in Windows Update". Se da un certo punto di vista Microsoft ha tutto il diritto di pretendere che chi usa i suoi sistemi li paghi, dall'altro un aggiornamento alla tecnologia usata per scoprire le copie pirata porta con sé la solita apprensione: che la propria copia di Windows 7 - debitamente pagata - rientri nella percentuale fisiologica di falsi positivi.