Pagine

Visualizzazioni totali

martedì 22 dicembre 2009

Da Microsoft un programma anti-pedofilia



Il software "Photo Dna" ricerca una sorta di "impronta genetica" comune a molte immagini di questo genere.
SAN FRANCISCO - La Microsoft, il gigante mondiale dell'informatica, ha messo a punto un nuovo programma che dovrebbe permettere di individuare il materiale pedopornografico che circola su Internet e lo ha messo a disposizione del governo americano. Il software, denominato 'Photo Dna', ricerca in rete una sorta di 'impronta genetica' comune a molte immagini di questo genere, consentendo così di eliminare il materiale trovato.
Sviluppato congiuntamente dai programmatori della Microsoft e da Hany Farid, un docente di informatica presso l'università di Dartmouth, nel New Hampshire, il programma dovrebbe essere presto distribuito anche ai principali 'provider' mondiali. "Siamo molto felici di questa iniziativa, la pedopornografia é letteralmente esplosa con l'avvento di Internet", ha detto Ernie Allen, uno dei dirigenti del Centro nazionale americano per la ricerca dei minori scomparsi e sfruttati (Ncmec). "Non possiamo permettere che certe immagini continuino a circolare se abbiamo la tecnologia per bloccarle, i minori subiscono un vero e proprio martirio fintanto che certe immagini restano online", ha detto dal canto suo Brad Smith, direttore della sezione legale di Microsoft.