Pagine

Visualizzazioni totali

giovedì 19 novembre 2009

Premio Nobel per la pace a Internet: proposta ufficiale di Wired



Umberto Veronesi e il mensile Wired Italia concordi nel candidare ufficialmente Internet al Premio Nobel per la Pace 2010. Internet come grande veicolo di pace, capace di arrivare ovunque. È il pensiero dell’oncologo Umberto Veronesi, promotore della Conferenza mondiale Science for Peace. Tra i sostenitori del summit c’è anche il mensile Wired Italia, che lancia il progetto Internet for Peace per candidare ufficialmente Internet al Premio Nobel per la Pace 2010. «È inusuale e sorprendente» scrive Veronesi nel numero di Wired Italia in uscita «proporre il Nobel per la Pace a favore di un mezzo di comunicazione di massa invece che di una o più persone». Ma, prosegue l’oncologo, chi, dal futuro, si volgesse a controllare i nomi dei vincitori del premio di questi anni, troverebbe Internet accanto ad Al Gore e Barack Obama e avrebbe la fotografia fedele della parte migliore della nostra epoca. La petizione per appoggiare la causa è on line. Grazie a Internet, sostiene Veronesi, i ragazzi comunicano in tutto il mondo, senza riguardo per confini geografici, religioni e gruppo etnico di appartenenza. Navigando in Rete parlano tra di loro e questo è «un enorme punto di partenza per una pace universale». Internet è capace di arrivare ovunque, ma oggi, ricorda lo scienziato, Internet non è ovunque. Tuttavia, l’ex ministro della Sanità e direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO), manifesta ottimismo e si dice convinto che fra 10 anni ogni abitante del mondo avrà il suo computer e il suo accesso alla Rete.