Pagine

Visualizzazioni totali

martedì 15 settembre 2009

SicuramenteWeb vince il Premio Speciale dell'Onu per la campagna di protezione dei minori in rete.






Il progetto, promosso e sviluppato da Microsoft Italia e Edelman. Raggiunti oltre 4 milioni di utenti in Italia
É stata la prima vera campagna in Italia a favore “di un mondo digitale migliore” e di sensibilizzazione sui temi della navigazione protetta dei minori e della sicurezza informatica nel nostro Paese. A tre anni esatti dalla sua presentazione, SicuramenteWeb, l’iniziativa promossa e sostenuta da Microsoft Italia con il supporto di Edelman, riceverà il riconoscimento internazionale più ambito: il Premio Speciale delle Nazioni Unite per la campagna di sensibilizzazione più significativa a giudizio dell’Onu.
Il “Grand award”, sponsorizzato dall’Undpi-Dipartimento per la Pubblica Informazione delle Nazioni Unite e dall’Ipra-Associazione Internazionale delle pubbliche relazioni, verrà presentato il prossimo 30 ottobre a Londra, in occasione della cerimonia di consegna degli Ipra Golden World Award 2009. Il Premio è stato istituito nel 1990, proprio per celebrare esempi eccellenti di campagne di comunicazione in grado di toccare tematiche rilevanti, in anticipo rispetto all’azione dell’Onu. L’edizione 2008 era stata vinta dall’iniziativa “Bridging the digital divide”, realizzata per promuovere il progetto One laptop per child, lanciato dal professor Nicholas Negroponte del Massachusetts Institute of Technology (Mit) di Boston.
Con questo prestigioso riconoscimento il progetto SicuramenteWeb, tenuto a battesimo nel 2006 a Roma dal Ceo di Microsoft Corporation Steve Ballmer e dai massimi rappresentanti del Ministero dell’Interno e della Polizia di Stato, si riconferma oggi un’eccellenza italiana ed un esempio apprezzato e riconosciuto nel panorama internazionale di collaborazione pubblico-privato a supporto della navigazione protetta dei minori in Rete e della sicurezza informatica.
“Apprendiamo con orgoglio e soddisfazione la notizia del premio dell’Undpi – spiega Carlo Rossanigo, Direttore Comunicazione di Microsoft Italia – che riconosce a livello internazionale il successo di uno dei nostri progetti di responsabilità sociale più belli ed ambiziosi. Una campagna che ha saputo dare avvio in Italia al dibattito, al confronto e alla sensibilizzazione sui rischi legati alla navigazione online, soprattutto tra i più giovani, dando un contributo fondamentale alla nascita di un “movimento” di sensibilizzazione e tutela che oggi vede coinvolte al nostro fianco forze dell’ordine, istituzioni e organizzazioni non governative”.
“Questo premio delle Nazioni Unite è solo l’ultimo di una serie di importanti riconoscimenti ottenuti da SicuramenteWeb – aggiunge Fiorella Passoni, Amministratore Delegato di Edelman – come il premio Assorel 2008 in Italia, il Sabre Award e la menzione speciale all’IPRA sempre a livello internazionale. Premi che testimoniano il valore di un progetto sul quale, assieme a Microsoft, abbiamo creduto fin dall’inizio impegnandoci a fondo. L’importanza della comunicazione spesso è sottovalutata, invece è un elemento chiave non solo per l’immagine e il successo delle aziende ma, nel caso di campagne di comunicazione sociale, anche per contribuire a migliorare la società, digitale e non, in cui tutti noi viviamo”.
I risultati sul campo dell’iniziativa sono significativi. Da tre anni la Polizia Postale e delle Comunicazioni si avvale per le sue indagini online della piattaforma internazionale CETS (Child Exploitation Tracking System), donata da Microsoft sul finire del 2006. Altrettanto decisivo è stato il contributo dato alla formazione di una “cultura della prevenzione e della protezione in Rete”, grazie a progetti specifici come, tra gli altri, Il Web per Amico o La Scuola Ricomincia Navigando, realizzati col prezioso sostegno della Polizia Postale e delle Comunicazioni e di associazioni come Unicef, Save the Children o Telefono Azzurro. Progetti che hanno permesso di coinvolgere direttamente numerosi studenti, insegnanti e istituti scolastici distribuiti su tutto il territorio nazionale, e di diffondere i messaggi della campagna tra oltre quattro milioni di “cittadini di Internet”, grazie anche alla distribuzione di opuscoli e iniziative speciali in collaborazione con partner come The Walt Disney Company Italia e l’organizzazione di “eventi” online come la prima e la seconda settimana della Sicurezza in Rete.