Pagine

Visualizzazioni totali

martedì 15 settembre 2009

10 regole d’oro per i comunicati stampa sul web


Ok, già sai che pubblicare comunicati stampa sul web è una delle tecniche principali per acquistare visibilità e fare un po’ di link popularity. Ci sono tantissimi siti gratuiti che ti permettono di pubblicare i tuoi contenuti… ma sai anche che la stesura di un comunicato stampa per il web è un’operazione dannatamente difficile? Non voglio essere pessimista, non voglio spaventarti… sto solo dicendo che ogni giorno vengono pubblicati centinaia di comunicati stampa: se vuoi che il tuo risalta agli occhi dei naviganti in cerca di informazioni e agli spider di Google devi seguire alcune regole fondamentali:
Pensa alla tua audience – Sicuramente la prima regola non può essere che questa: cerca di capire effettivamente a chi ti vuoi rivolgere, qual è l’idealtipo che dovrebbe leggere e trovare interessante il tuo comunicato stampa. Non è un’operazione facile, e magari richiede una serie di dati statistici per non fare un buco nell’acqua, ma è necessaria per non tirare a vuoto. Un consiglio su tutti: metti da parte il burocratese e non scrivere per il tuo ego!
Metti a fuoco il tuo strumento – Il comunicato stampa per il web è diverso dal comunicato stampa giornalistico, così come è diverso dall’article marketing. Citando Online Marketing Blog: l’article marketing prevede la diffusione di articoli su un determinato argomento e devono avere una ragion d’essere al di là del fine pubblicitario; i comunicati stampa hanno lo scopo di informare e incuriosire, e il fine è palesemente pubblicitario anche se i toni non possono essere palesemente promozionali.
Scegli con cura le tue piattaforme – Il successo dei tuoi contenuti nel web dipende anche dalla piattaforma che sceglierai per diffonderli. Un po’ di tempo fa ho creato un’accurata lista di siti per pubblicare comunicati stampa gratis: ti consiglio di dargli uno sguardo!
Quale headline scegliere – È qui che si gioca la vera partita tra il tuo comunicato stampa e mille altri: una headline ammiccante può farti guadagnare molto in termini di visibilità ma deve essere “fatta” in un certo modo. Per questo ti suggerisco di utilizzare buone keyword, non superare le 60 battute e prendere spunto da questi 10 modelli di headline per attirare l’attenzione;
Dimensione e qualità del testo – Tu non sei Frank Kafka e il tuo comunicato stampa non è un romanzo da leggere davanti al caminetto. Un buon testo non dovrebbe andare oltre le 500 battute: sono un tipo logorroico e te ne concedo 600, ma non di più. Inoltre, devi imparare a:

1. Evitare i gerundi;
2. Eliminare quanti più aggettivi possibili;
3. Non utilizzare termini troppo raffinati;
4. Scrivere con il coltello;
5. Evitare periodi troppo complessi;
6. Rileggere il testo più volte a distanza di qualche ora.



Struttura dell’elaborato – Prima regola per qualsiasi notizia: le prime 2 righe devono soddisfare la regola delle 5 W. Stai cercando di accalappiare l’attenzione di un utente distratto e devi vuotare il sacco subito se non vuoi farlo fuggire. Lascia gli approfondimenti ai paragrafi successivi (inizio – approfondimento – conclusioni) e impiega le prime 150 – 200 battute per dare subito la notizia più importante;
Le immagini ti aiuteranno – Una buona immagine può fare la differenza e attirare l’attenzione dei lettori. Spulcia le directory di immagini gratis, scegli quella che più si addice al tuo contenuto – possibilmente di dimensioni medie e di buona qualità – e inseriscila in modo che attiri l’attenzione ma non distragga dalla lettura (di solito io la inserisco subito dopo il primo paragrafo);
Dettagli, amico mio – Non penserai mica che in un comunicato stampa puoi sorvolare sull’inserimento di description, tag, title dei link e sull’ottimizzazione SEO delle immagini! Tratta i comunicati stampa come il miglior post sul tuo blo e vedrai che otterrai buoni risultati nella SERP!
L’importanza di un link – Di solito i siti per la pubblicazione di comunicati stampa offrono un numero di link limitato (2-3). Ti suggerisco di inserire il più importante, quello che punta a un’eventuale landing page, nel primo paragrafo, dove sarà più visibile ai lettori e ai motori di ricerca, e di utilizzare un anchor text significativo dal punto di vista delle keyword (niente clicca qui, guarda qua…);
Usa una buona firma – Termina il tuo comunicato stampa con tutte le informazioni necessarie per contattarti. Non aver paura di usare l’email (di sicuro arriverà un po’ di spam ma puoi sempre creare un indirizzo differente dal tuo indirizzo personale), e sfrutta la possibilità che offrono alcuni siti di insere un link extra nella firma per indicare la tua home page.