Pagine

Visualizzazioni totali

martedì 4 agosto 2009

La felicità nel mondo viene misurata analizzando il mondo online. Quale è stato il giorno migliore?

Due ricercatori dell'Advanced Computing Center dell'Università del Vermont, negli Stati Uniti, hanno sviluppato un sistema per misurare la felicità del mondo attraverso i contenuti immessi nel web.

Il matematico Peter Dodds e l’informatico Chris Danforth, entrambi ricercatori presso l’Advanced Computing Center dell’Università del Vermont, negli Stati Uniti, hanno sviluppato un sistema in grado, a loro dire, di misurare con una certa precisione il coefficiente di felicità globale. I due studiosi sono partiti dalla blogosfera, dai cinguettii di Twitter, dai thread dei forum on line, dai commenti sparsi qua e là in ogni angolo della Rete. Milioni di dati e informazioni, raccolte senza violare la privacy, assicurano Dodds e Danforth, dai quali si è potuto individuare il grado di felicità collettiva della popolazione statunitense.Il sistema ideato dai due ricercatori è in grado di intercettare tutte le frasi che iniziano con le espressioni «I feel» e «I’m feeling», quelle, cioè, che descrivono lo stato d’animo dei netizen che inseriscono in Rete le proprie parole. Circa 10 milioni i messaggi intercettati e analizzati, provenienti da 2,3 milioni di diari on line. A ogni termine, Dodds e Danforth hanno assegnato un punteggio da 1 a 10 come misura del grado di felicità (es. 8,72 per «paradise», 1,25 per «suicide»). La somma delle felicità individuali darebbe, quindi, il grado di felicità globale.Per i cittadini americani, il giorno più felice da 4 anni a questa parte è stato quello segnato dalla vittoria di Barack Obama alle presidenziali, mentre una delle giornate più tristi e cupe si è registrata poche settimane fa, quando è morto Michael Jackson.
Chi vuole conoscere il coefficiente di felicità globale registrato dal sistema in un determinato giorno, può recarsi sul sito We Feel Fine, realizzato da Jonathan Harris e Sep Kamvar dove troverà tutti gli incipit dei messaggi presi in esame.