Pagine

Visualizzazioni totali

lunedì 6 luglio 2009

Facebook, regole più chiare per la privacy

L'impostazione dei livelli di accesso diventa più facile: si potrà scegliere se condividere il profilo solo con gli amici o con tutto il Web. Facebook viaggia verso la semplificazione delle impostazioni, almeno per quanto riguarda le questioni di privacy: Chris Kelly, responsabile della riservatezza degli utenti del social network, ha annunciato una prossima revisione delle modalità di condivisione dei contenuti. "Attualmente è troppo complicato" ha spiegato Kelly. Facebook vuole che le persone possano stabilire con facilità con chi condividere i propri pensieri, le proprie foto, tutto ciò che mettono in Rete. "Abbiamo compreso che troppe opzioni per la privacy possono confondere gli utenti, non facendo loro percepire esattamente cosa e con chi stanno condividendo le proprie informazioni personali" ha dichiarato ancora Kelly.
Le nuove impostazioni saranno raccolte in un'unica pagina, una sorta di pannello di controllo dal quale ogni aspetto potrà essere controllato. Ci saranno cinque livelli di condivisione. Il primo è Everyone, e consentirà all'intero Web di vedere il materiale, non solo agli iscritti di Facebook. Poi c'è Friends and Networks, che attiverà la condivisione con gli amici e quelli appartenenti agli stessi gruppi (come i compagni di scuola o i colleghi di lavoro). Il terzo modello è denominato Friends of Friends e permetterà anche agli amici degli amici di accedere al profilo, mentre il quarto è Only Friends e restringerà l'accesso ai soli amici. Infine ci sarà la possibilità di personalizzare le autorizzazioni - quinto e ultimo profilo, Custom - e decidere manualmente chi può accedere a che cosa. Il livello sul quale non c'è ancora chiarezza definitiva è quello identificato come Everyone. Per ora consente l'accesso al profilo a tutti gli iscritti di Facebook ma non al mondo esterno; tuttavia presto si aprirà a tutto il Web ma ancora non è chiaro se le informazioni potranno essere indicizzate dai motori di ricerca. Il nuovo sistema di gestione della privacy sarà inizialmente testato da un ristretto numero di utenti e, quando sarà a punto, verrà esteso all'intero social network.


Fonte: Zeusnews.it
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=10683&numero=999