Pagine

Visualizzazioni totali

giovedì 23 luglio 2009

2013, tutti online

Saranno 2,2 miliardi le persone online entro il 2013. Questa la cifra stimata da Forrester Research, società di ricerca statunitense, che ha condotto uno studio intitolato Global Online Population Forecast, 2008 to 2013. L'incremento totale della popolazione di internauti sarebbe, dunque, del 45 per cento e il primato andrebbe al continente asiatico che si stima possa raggiungere il 43 per cento del totale dei cittadini online. Attualmente la penetrazione della Rete negli States avrebbe raggiunto il 73 per cento e, secondo Forrester, tale cifra raggiungerà l'82 per cento in cinque anni, con un aumento annuale del 3 per cento.Un incremento che, però, non riguarderebbe solo gli Stati Uniti. In base a quanto comunicato, un dato rilevante sarebbe quello che riguarda il continente africano; si prevede un raddoppio della popolazione connessa, che passerà da 111 milioni a 224. Un dato importante rilevato dalla ricerca è anche quello che riguarda i paesi emergenti, come la Cina in cui si stima un aumento dell'11 per cento all'anno, seguita da India, Indonesia e Pakistan.Per quanto riguarda l'Europa, sarebbe anch'essa trainata dai mercati emergenti. Ad esempio Russia e Turchia vedranno entrambe un aumento di 8 punti percentuali ogni 12 mesi. Se si dovessero avverare le previsioni Forrester, sarebbe inoltre confermato il sorpasso Cina-Stati Uniti ipotizzato di recente, e si assisterebbe anche all'affermazione di nuovi mercati come Brasile e India.E sarebbe proprio questo il dato più importante. La rilevanza dei paesi in via di sviluppo potrebbe, infatti, spingere le multinazionali ad investire maggiormente in quei territori, così come suggerito da Zia Daniell, analista del gruppo.Ma Forrester Research non è stato l'unico organismo ad occuparsi di tali questioni. Solo pochi giorni fa, infatti, una ricerca di China Internet Network Information Center, come riportato da Associated Press, rilevava che la popolazione cinese online avrebbe raggiunto i 338 milioni, superando addirittura la popolazione totale a stelle e strisce. I dati pubblicati in questi giorni, inoltre, confermerebbero quanto già affermato un anno fa da Jupiter Research, altro istituto statunitense. Secondo la ricerca, anch'essa concentrata sullo sviluppo dei paesi emergenti, entro il 2012 un quarto della popolazione mondiale sarà connesso ad Internet.