Pagine

Visualizzazioni totali

martedì 19 maggio 2009

Ricerche sui motori, attenti ai falsi link



Che la mente dei cybercriminali fosse sempre innovativa lo sappiamo da tempo, e queste analisi lo confermano. I criminali si sono dati alla Search Engine Optimization andando a creare siti ad hoc per arrivare primi nei risultati di svariate ricerche on line, sorpattutto in America dove i siti sono decisamente più numerosi. Ma anche qui in Italia non scherziamo. Ci sono sempre più spesso, proprio nel campo informatico o di immagini o di ricerca di vari prodotti, link che portano a siti del tutto al di fuori da ciò che serve. Siti con finte ricerche che in realtà sono Ads di Google, comparazioni di prodotti fasulle che in realtà sono link di pubblicità o peggio attivano virus. Bisogna stare attenti , ma bisogna anche fare qualcosa. Come per esempio dirlo ai motori di ricerca come qui: http://www.google.com/contact/spamreport.html Ci si mette poco e aiutiamo una ricerca più pulita.