Pagine

Visualizzazioni totali

venerdì 15 maggio 2009

PEGI: UN AIUTO AI GENITORI PER I VIDEOGIOCHI DEI PROPRI FIGLI

Ieri durante un'incontro di formazione in quel di Savona presso la Scuola Media Guido Bono rivolto ai garanti Unicef mi è stato chiesto se c'è la possibilità mediante portali validi presenti sul web di capire se quel videogioco è adatto o meno ai minori e dunque se può essere utilizzato dagli stessi con una certa sicurezza. Il sistema di classificazione in base all'età PEGI (Pan-European Game Information - Informazioni paneuropee sui giochi) aiuta i genitori europei a prendere delle decisioni informate sull’acquisto di videogiochi. È stato lanciato nella primavera del 2003 e ha sostituito le classificazioni in base all’età esistenti in alcuni paesi con un sistema unico usato ora in quasi tutta Europa. Il sistema riceve il supporto dei principali produttori di console, tra cui Sony, Microsoft e Nintendo, oltre che degli editori e degli sviluppatori di giochi interattivi di tutta Europa. Il sistema di classificazione in base all’età è stato creato dall'ISFE (International Software Federation of Europe - Federazione europea del software interattivo). Ricordo che con MS Windows Vista è già possibile impostare dal pannello di controllo la fascia di età del minore. E' sufficente flaggare la fascia di età e non si potranno utilizzare videogiochi non adatti alla sua età.
Vi indico dunque alcuni link che vi possono essere d'aiuto per la sicurezza del minore nell'utilizzo dei videogiochi su PC e on line :