Pagine

Visualizzazioni totali

lunedì 25 maggio 2009

Brunetta porta la Treccani online per la didattica

Le voci dell'Enciclopedia Italiana abbandonano i tomi che le hanno ospitate per decenni nelle librerie per sbarcare sul Web. Il ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta ha da poco firmato un protocollo d'intesa con i responsabili della Treccani per la realizzazione di nuove soluzioni per diffondere online il sapere custodito dalla famosa enciclopedia. Il progetto mira alla creazione di nuove risorse indirizzate ai singoli cittadini, alla formazione e alla didattica nelle istituzioni culturali del nostro paese.Grazie al nuovo accordo, nel corso dei prossimi mesi la Treccani metterà a disposizione del Portale del Cittadino (Italia.gov.it) e del Portale InnovaScuola (Innovascuola.gov.it) i propri archivi, rendendo accessibili e fruibili i contenuti attraverso una semplice licenza Creative Commons. Il progetto, fortemente orientato alla didattica, prevede inoltre una forte integrazione dei contenuti per la scuola prodotti dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana con l'esistente portale per l'innovazione negli istituti scolastici, InnovaScuola. Il collegamento tra le due realtà online consentirà di mettere a disposizione degli utenti molte più risorse per elaborare nuovi progetti legati alla didattica e alla diffusione del sapere.
A partire dai prossimi giorni, il Portale InnovaScuola potrà fare affidamento su una versione liberamente consultabile online del celebre Vocabolario Treccani e su un nuovo modulo di ricerca per consultare il Portale Treccani senza abbandonare le pagine web di InnovaScuola. Infine, l'accordo consentirà di « visionare dal Portale Treccani brevi presentazioni dedicate alle nuove tecnologie per la didattica (pillole formative) di InnovaScuola» si legge nel comunicato stampa congiunto del ministro Brunetta e dell'AD di Treccani, Francesco Tatò. «L’intesa è coerente con gli obiettivi che si sono posti Treccani e il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione. Il piano e-Gov 2012 del Ministro Brunetta prevede infatti l’innovazione digitale nell’amministrazione, con l’accesso on line a informazioni e servizi. Il progetto Didattica digitale promuove la disponibilità di una piattaforma tecnologica per la fruizione di testi scolastici e contenuti didattici digitali resi disponibili dagli editori, dai docenti, dalle istituzioni» prosegue il comunicato, sottolineando l'importanza dell'accordo appena raggiunto in un ambito più ampio legati alla digitalizzazione dell'istruzione nel nostro paese. Il debutto dei contenuti liberamente consultabili online della Treccani non dovrebbe impensierire particolarmente l'ormai celebre e affermata Wikipedia. L'enciclopedia online mira alla costruzione delle voci attraverso un processo di condivisione del sapere orizzontale, mentre le iniziative dell'Enciclopedia Italiana sul Web saranno maggiormente dedicate alla didattica e alla costruzione di nuovi progetti sulla base dei contenuti prodotti dai compilatori delle voci enciclopediche e dagli autori delle iniziative di InnovaScuola.
Fonte: Webnews - Autore: Emanuele Menietti