Pagine

Visualizzazioni totali

lunedì 9 febbraio 2009

Oltre la lavagna: insegnare ed apprendere con il linguaggio Video
















Quest'oggi vorrei porre all'attenzione dei docenti italiani della Scuola Primaria, un portale molto interessante che si prefigge primariamente di insegnare ed apprendere attraverso le immagini in movimento. Adriana Sartore, Insegnante di scuola primaria, si occupo di multimedialità e dell'introduzione delle moderne tecnologie dell'informazione e della comunicazione nella prassi didattica. Molto spesso ho avuto modo di discutere con sociologi ed esperti di media education circa l'importanza di portare la materia di "Educazione ai e con i media" già nella scuola Primaria. Il progetto si pone come fine quello di agevolare l'acquisizione di capacità critiche di lettura con un'interpretazione dei messaggi dei nuovi Media con una particolare attenzione alle immagini in movimento (cinematografia, televisione). Questo avviene non solo mediante una discussione in classe circa la percezione dei ragazzi sui messaggi ricevuti dalla visione dei video, ma anche rendendoli partecipi della creazione di video didattici che vengono poi condivisi in rete.
Si è dunque creato sul web un network, che si pone l'obiettivo di selezionare e condividere video in italiano finalizzati all'attività didattica, messi a disposizione degli insegnanti. fra gli insegnanti che usano video in classe: il portale Video Didattici in Italiano. Sullo stesso è possibile inserire video presenti in rete (o caricare i propri), assegnare a ciascun video dei tag e dare loro una valutazione, commentare i video (ad esempio con note sul loro uso didattico), creare dei gruppi a seconda delle discipline insegnate, discutere in un blog.
Sito o blog personale : http://www.scuoladibase.it
I bookmark di Adriana: http://web.me.com/adrianasartore/
Riflessioni....
Ben vengano dunque iniziative di questo tipo che consentono di avvicinare concretamente la tecnologia e la scuola. Se vogliamo realmente utilizzare lo strumento informatico nella scuola sfruttandone le potenzialità occorre proseguire su questa strada condividendo le esperienze maturate da insegnanti che hanno la vocazione e dunque la passione di portare avanti progetti d'eccellenza come questo. Ritengo che oggi si dovrebbero seguire percorsi formativi obbligatori per gli insegnanti anche su questa tematica che si integra ormai con il vivere di tutti i giorni. Come riportato da un docente di mia conoscenza per troppi anni sono stati dati agli insegnanti i pesci (dotazioni informatiche) ma non si è pensato a insegnargli l'uso della canna da pesca (formazione). Questi strumenti sul web oggi esistono e questo ne è un'esempio. Occorre che qualcuno tracci una strada da seguire affinché vengano realmente utilizzati in tutte le realtà scolastiche italiane.